Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Maltempo - Allerta Meteo per il giorno 12 Febbraio

Mercoledì, 13 Febbraio 2019

Maltempo: il Sindaco informa la Cittadinanza che a partire dalle ore 17:00 del 12 Febbraio e per le successive 40  ore vi sarà un "Allerta Meteo GIALLA”  

Avviso "Chiusura Scuole" - Precisazione

Sabato, 05 Gennaio 2019

Si precisa che le Scuole "L. Da Vinci" e "G. Rodari" lunedì 7 gennaio p.v. saranno regolarmente aperte per il normale svolgimento delle lezioni.

vivere la citta

polizia locale

servizi on line

rassegna stampa

gli uffici

media gallery

avvisi pubblici

bandi e gare

giunta-comunaleLa Giunta è un organo collegiale composto dal sindaco, che ne è anche presidente, e da un numero di assessori, stabilito dallo statuto comunale, che nelle regioni a statuto ordinario non deve essere superiore a un quarto, arrotondato in eccesso, del numero dei consiglieri comunali, computando a tale fine anche il sindaco, e comunque non superiore a dodici.

 

Secondo l'art. 47 del d. lgs. 267/2000 gli assessori sono nominati dal sindaco fra i cittadini in possesso dei requisiti di candidabilità, eleggibilità e compatibilità alla carica di consigliere. Nei comuni con popolazione pari o superiore a 15.000 abitanti gli assessori sono nominati anche al di fuori dei componenti del consiglio, tuttavia, poiché secondo l'art. 64 del d. lgs. 267/2000 in questi comuni la carica di assessore è incompatibile con quella di consigliere, chi è stato nominato assessore cessa dalla carica di consigliere all'atto dell'accettazione della nomina. Nei comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti gli assessori sono nominati all'interno del consiglio comunale, salvo che lo statuto preveda la possibilità di nominarli anche al di fuori; in questo caso non esiste alcuna incompatibilità tra la carica di assessore e quella di consigliere. Il sindaco ha, secondo la legge, la più ampia discrezionalità nella nomina e revoca degli assessori; nella pratica, però, deve tenere conto delle indicazioni delle forze politiche che lo sostengono e, nel caso di coalizione, ponderare la presenza in giunta delle stesse.